Francisco de Goya y Lucientes è un rappresentante “anomalo” del Neoclassicismo spagnolo, un vero innovatore e testimone degli eventi della sua epoca, che ritrae con acuta sensibilità e impietoso realismo.
Nasce nel 1746 vicino a Saragozza. Inizia la sua formazione come apprendista e studia, tra gli altri, l’opera di Giambattista Tiepolo, all’epoca pittore di corte.
Nel 1769 parte per un viaggio di formazione in Italia, che lo porterà a Venezia, Siena, Napoli e Roma.
Nel 1771 torna a Saragozza e ottiene il primo lavoro importante: realizzare degli affreschi per la basilica Nuestra Señora del Pilar, lavoro che lo impegna a fasi alterne per i dieci anni successivi.